Autovelox e Tutor : il giudice deve accertare se sono stati sottoposti a verifiche di funzionalità e taratura

Autovelox e Tutor : obbligo taratura.

La Corte Costituzionale con la sentenza n. 113 del 2015 ha dichiarato l’incostituzionalità dell’art. 45 comma 6 del DLGS n. 285 del 1992 nella parte in cui non prevede che tutte le apparecchiature impiegate nell’accertamento delle violazioni dei limiti di velocità siano sottoposte a verifiche periodiche di funzionalità e di taratura.

Ne consegue che, in caso di contestazioni circa l’affidabilità dell’apparecchio, come avvenuto nella specie, il giudice è tenuto ad accertare se l’apparecchio è stato o non sottoposto alle verifiche di funzionalità e taratura .

La sentenza impugnata, quindi, nella parte in cui ha ritenuto che l’attestazione contenuta nel verbale esoneri l’amministrazione dall’onere probatorio in ordine alla perdurante funzionalità dell’apparecchiatura, implicitamente escludendo la necessità di procedere in fatto alla relativa verifica, non ha fatto buon governo del predetto principio e dev’essere, pertanto, in parte qua cassata.

Cassazione Civile ordinanza n. 8060 del 21-03-2019

 

RICHIEDI CONSULTO

Precedente Agenzia riscossione : avvocato libero foro , nullità rilevabile d'ufficio. Successivo CTR Roma: prescrizione quinquennale per ICI ed IRPEF.