Cartella esattoriale: non dovuti interessi ed aggi senza adeguata motivazione.

Merita accoglimento la contestazione della ricorrente in merito all’addebito degli interessi ed aggi, che dagli atti notificati non risultano espressi con chiarezza e non consentono al contribuente di effettuare la ricostruzione del calcolo operato e verificare, quindi , la correttezza di quanto richiesto.

La cartella esattoriale deve essere adeguatamente motivata e perciò deve indicare con chiarezza e senza ombra di dubbi, il tasso applicato con le variazioni temporali, il calcolo dei giorni, l’aggio, per giungere poi, con una illustrazione chiara e l’esposizione dei conteggi effettuati, alla determinazione del totale dovuto.

La mancanza di una chiara esposizione dei criteri e dei calcoli effettuati, impedisce al contribuente di verificare e difendersi e pertanto tale doglianza merita accoglimento.

La Commissione accoglie parzialmente l’appello incidentale della contribuente dichiarando illegittima la impugnata cartella di pagamento , limitatamente alla non debenza degli interessi ed aggi.

CTR Puglia , Sezione Staccata di Lecce, sentenza n. 3802 del 22-12-2017

Precedente Assenza destinatario raccomandata: l'avviso di liquidazione dell' Agenzia delle Entrate va notificato ai sensi dell'art. 140 cpc. Successivo CTR Lazio: è nulla la cartella che NON indica modalità calcolo interessi.