Cassazione: inesistente la notifica della Cartella con poste private.

La sentenza impugnata, nel ritenere inesistente e, quindi, non suscettibile di sanatoria, la notifica delle cartelle per il tramite di posta privata, si è correttamente attenuta al consolidato indirizzo espresso dalla giurisprudenza di questa Corte in materia, secondo cui sono affidati in via esclusiva al fornitore del servizio universale, (cioè a Poste Italiane S.p.A.) i servizi inerenti le notificazioni a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari di cui alla Legge 890/1982 e successive modificazioni.

Tra questi vanno, dunque, annoverate le notificazioni a mezzo posta degli atti tributari sostanziali e processuali.

Né, avuto riguardo al tempo della pretesa notifica delle cartelle tramite posta privata, possono operare retroattivamente le nuove disposizioni in tema di concorrenza che hanno disposto la liberalizzazione del settore , aventi natura innovativa e non interpretativa.

Cassazione Civile ordinanza n. 3010 del 7-02-2018

Precedente Ctr Palermo: nel giudizio il concessionario deve depositare l'originale della cartella. Successivo Disconoscimento fotocopia: soltanto l'originale prova l'avvenuta notifica della cartella esattoriale.