Compenso riscossione: attesa per il pronunciamento della Corte Costituzionale.

La Corte Costituzionale in data 6 febbraio 2018 sarà chiamata a pronunciarci sulla questione di legittimità costituzionale dell’aggio e dei relativi interessi di mora a carico del debitore, a seconda che il pagamento avvenga o meno entro il sessantesimo giorno della notifica della cartella, sollevata con ordinanza del 08 giugno 2016 ( clicca qui ), nel procedimento promosso da Dolce & Gabbana Trademarks Srl con socio unico contro Agente di riscossione Milano Equitalia Nord S.p.a.

Dispositivo

La Commissione tributaria regionale di Milano:
Visto l’art. 23 della legge 11 marzo 1953, n. 87;
Ritenuta la rilevanza e la non manifesta infondatezza;
Solleva questione di legittimita’ costituzionale dell’art. 17 del decreto legislativo 13 aprile 1999, n. 112, nonche’ dell’art. 32 del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito nella legge n.2/2009;
Sospende il giudizio in corso sino all’esito del giudizio incidentale di legittimita’ costituzionale;
Dispone che, a cura della Segreteria, gli atti siano immediatamente trasmessi alla Corte costituzionale e che la presente ordinanza venga notificata alle parti in causa, nonche’ al Presidente
del Consiglio dei ministri e che sia comunicata ai Presidenti delle due Camere del Parlamento.

Milano, 8 giugno 2016

Il Presidente, estensore: Targetti

Il giudice, estensore: Guida

Precedente Ctp Roma : è nulla la cartella che non indica modalità calcolo interessi. Successivo Cassazione : per imposta registro, prescrizione quinquennale dopo notifica cartella.

Lascia un commento

*