Effetti rateizzazione debito tributario.

Per quanto riguarda il motivo di appello inerente la problematica della richiesta, da parte del contribuente, di rateizzazione dell’importo della ripresa fiscale, ed in particolare la valenza giuridica della richiesta di rateizzazione di tale importo, osserva la Commissione Tributaria Regionale di Bologna che per costante insegnamento della Suprema Corte di Cassazione, la richiesta di rateizzazione e l’eventuale pagamento di alcune rate, effettuato per motivi di mera convenienza economica, non costituisce acquiescenza salvo che non contenga un’espressa rinuncia in tal senso, o non sia accompagnata da comportamenti univocamente sintomatici di tale rinuncia.

CTR Emilia Romagna sentenza n. 1066 del 19/8/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GIURISPRUDENZA TRIBUTARIA PRO CONTRIBUENTE
INVIA